Parte oggi una nuova rubrica della Pro Loco Bronte: “Tre foto un luogo”. Attraverso tre fotografie, proveremo a raccontare alcuni tra i luoghi maggiormente suggestivi di Bronte, siano essi monumenti, strade, scorci o palazzi storici da valorizzare.

Il primo appuntamento, curato dal volontario SCU Giuseppe Lo Faro, è dedicato al Real Collegio Capizzi.

Inaugurato nel 1778 per volere del Venerabile Ignazio Capizzi, nel suo intento di contrastare l’ignoranza delle classi sociali più povere, il Real Collegio Capizzi ancora oggi rappresenta i l monumento simbolo della cultura brontese. Esso riuscì a formare alcuni tra i più grandi scrittori dell’epoca moderna, tra questi sicuramente è da citare Luigi Capuana, che riuscì a lasciare un segno indelebile nella storia del Real Collegio.

La biblioteca borbonica è stata recentemente riportata al suo antico splendore per essere riaperta al pubblico. Inoltre, attraverso delle recenti ricerche, all’interno della biblioteca sono stati realizzati dei pannelli esplicativi che raccontano la storia della collezione e il suo evolversi nel tempo.

 

Disegnata ed edificata dal capomastro Giuseppe Lupo, la Cappella dell’Immacolata è integrata nella struttura del collegio e presenta una struttura semplice, che viene arricchita da vivaci affreschi dai colori accesi.