Viaggio nella Pinacoteca Sciavarrello Quinto Ghermandi

 Come ormai saprete, di mese in mese selezioneremo un’opera presente nella Pinacoteca e ve la presenteremo. Per l’appuntamento mensile con la nostra rubrica “Viaggio nella Pinacoteca Sciavarrello” abbiamo scelto un quadro di Quinto Ghermandi intitolato “Bronte, una macchia di sangue nel cielo purissimo della Sicilia”. Nella speranza andiate presto a visitare la Pinacoteca Sciavarrello, vi auguriamo buona lettura!

L’artista

Quinto Ghermandi è stato uno scultore italiano, esponente dell’arte informale. Ghermandi è conosciuto per lo più per le sue sculture in Bronzo che lo hanno reso famoso a livello internazionale. Le sue opere sono infatti esposte in raccolte pubbliche e private in Europa (soprattutto in Scandinavia), negli Stati Uniti e in America Latina; numerosi i monumenti pubblici e le fontane realizzati in tutto il mondo.

Il dipinto

In questo dipinto l’artista avvia una riflessione su una vicenda di sangue occorsa a Bronte nel 1860, paese ai piedi dell’Etna, provato da secoli di ingiuste angherie dovute a disparità sociali; Ghermandi lo fa in modo inconsueto quasi astratto, l’unica cosa reale nel dipinto è l’Etna e tramite una retta fa comprendere che ai piedi del maestoso vulcano sorge Bronte dove esplode questa bomba di sangue macchiando per sempre l’intero cielo della Sicilia.

Viaggio nella Pinacoteca Sciavarrello Quinto Ghermandi